Destino

Il destino non esiste. Il destino e’ quella scelta che abbiamo avuto le palle di fare. Il destino e’ picchiare la testa finche’ non te la spacchi. Il destino e’ quella paura che abbiamo vinto. Il destino non esiste e sai perche’? Perche’ esistono solo 2 scelte da fare: Insistere o Mollare!

https://upcciandmamt.wordpress.com/2016/05/06/destino-2/

Post negativo, non leggete se non siete in equilibrio con voi stessi

Ma si è un’operazione da poco, vedrai che andrà tutto bene! Dopo 2 giorni ci ha lasciato. Giorno del matrimonio. Vestito bianco impeccabile, sei una regina. Il cielo e splendido e non c’è rischio di pioggia. Prima di entrare in chiesa un piccione rilascia le sue feci proprio su di te. Ma si che vuoi … Continue reading Post negativo, non leggete se non siete in equilibrio con voi stessi

https://cix79.wordpress.com/2016/04/20/post-negativo-non-leggete-se-non-siete-in-equilibrio-con-voi-stessi/

Venerdì 13.. Lo spettacolo continua..

Venerdì 13.. Lo spettacolo continua..

La rivedremo di nuovo solo nel 2049, tra 35 anni. Venerdì 13 giugno 2014 sarà una data memorabile non solo per i superstiziosi, ma soprattutto per chi ama alzare gli occhi al cielo: una luna piena comparirà sopra le nostre teste. Un evento rarissimo: per accadere devono coincidere tre variabili indipendenti, come la fase della luna, il giorno della settimana e il giorno del mese.

Era un venerdì 13 di ottobre l’ultima volta che si è vista, nel 2000: quattordici anni dopo ci ripropone lo spettacolo. Niente lupi mannari ma uno “show” per romantici: il nostro satellite dovrebbe apparire, infatti, del colore ambrato che gli è valso il soprannome di “luna di miele”. Il nomignolo si deve alla tradizione pagana di bere liquore a base di miele durante i matrimoni. Chiamata “Strawberry Moon” in America (“Luna di Fragola”, per commemorare le bacche mangiate dalle tribù autoctone), “Rose Moon” in alcuni paesi d’Europa, ha raggiunto la sua piena fase alle 00:13 EDT di venerdì mattina. Molti non hanno perso l’occasione di fotografarla e di postare la sua immagine sui social.

Ma perchè è veramente così rara? Vox tenta di dare una spiegazione matematica: ci sono circa 13 lune piene in un anno su 365 giorni. Quindi le probabilità che la luna piena capiti nello stesso giorno sono circa il 3,39%.

Per chi, al di là dei calcoli, non volesse perdersela può seguire la diretta streaming sul sito Shooh. Altrimenti basta aspettare 35 anni.

20140613-224444-81884597.jpg

20140613-224444-81884352.jpg

20140613-224444-81884500.jpg

Tu corri… Tu corri…

Tu corri… Tu corri…

Chi ha tempo non aspetti tempo

– recita un famoso detto – ed eccomi qui a scrivere anche io del tempo.

La nostra è una lotta continua contro il tempo. Si inizia da piccoli, anzi piccolissimi, quando si è ancora protetti dal corpo della nostra mamma. Si corre contro il tempo per cercare di non avere problemi e di nascere nei tempi giusti.. Una corsa in due in questo caso..

Si nasce: e qui inizia una nuova corsa al tempo. Si ha la voglia di bruciare le tappe, qualsiasi tappa sia.. Si vuole cercare di essere sempre i migliori, i più bravi in tutto, non solo per se stessi, ma anche e soprattutto per sentirsi gratificati dagli altri, per sentirsi dire bravo/a

Diventi adolescente e vuoi conquistare subito la ragazzina/o più grande, bruciare le tappe per crescere perché sei convinto che il mondo possa essere spaccato da te!
Si fuma per la prima volta già da piccoli, si torna a casa più tardi del solito.. Insomma da adolescente si vogliono bruciare le tappe quanto più velocemente possibile..

Poi si passa al tempo dell’università: tempo in cui ormai sei troppo grande per delle cose e troppo piccolo per altre.
Si vogliono bruciare le tappe ancora una volta, pensi già al lavoro che farai, la famiglia che ti creerai, i figli, come li educherai..

Si passa una intera vita a rincorrere il tempo, sprecando molto spesso quello che si è vissuto dietro cose inutili, ma all’apparenza fondamentali per la nostra vita.

Ti laurei, ed è ancora una volta una corsa contro il tempo. Corri nel percorso universitario credendo e sperando che il mondo là fuori abbia da offrirti mille cose.. (Non che non le abbia, ovviamente).
Arrivi al traguardo e corri ancora. Corri per non restare mai indietro col passo.. In fondo la tua vita è sempre stata un corri corri generale…
Ti appresti ad entrare nel mondo del lavoro, corri per arrivare primo anche nel solo invio di una mail con cv per un posto di lavoro…
Corri, sono anni che corri, eppure alla soglia del tuo quarto di secolo o poco più, inizi ad affannare..
Speri che ti chiameranno subito per quel lavoro che desideri… Invece per la prima volta nella tua vita, ti ritrovi a non poter più correre.

Te lo impedisce il mondo esterno, il lavoro che non c’è, la situazione critica in cui la mala politica e le cattive scelte ti hanno portato… Ti ritrovi a dover lottare e correre non contro il tempo per una volta, ma contro un sistema sbagliato per la maggioranza di noi.

Festeggi il tuo ventottesimo compleanno circondato da quelli che ti amano, senza dover correre. Dici di star bene, ma in realtà non è così!
Sei felice, ma potrebbe sempre esserci quel plus che può renderti anche appagato..

Dopo aver compiuto ventotto anni ti ritrovi a dover correre di nuovo con un peso molto più grande di te stesso addosso però: la paura di non riuscire a fare quello che avresti voluto, perché ormai troppo vecchio, e il peso delle responsabilità che nonostante tutto ti sono piombate addosso.

E allora corri, corri corri, fino a quando non ti ritrovi a terra, stremato, senza forze, con l’autostima sotto zero e la paura folle di dover dipendere sempre dagli altri.

Se a questo si aggiunge un grande dolore, devi solo essere tu quello forte, quello che può rialzarsi e ricominciare a correre.

Probabilmente anche io sto correndo da quando ero ancora un piccolo pensiero nella mente dei miei genitori. Sto correndo e ce la sto mettendo tutta non per non cadere, ma per riuscire sempre a rialzarmi e continuare la mia corsa con la stessa intensità..
Solo che alla soglia degli enta inizio ad esser stanca di questa corsa, vorrei potermi fermare, fermare per davvero e fermare con il mio corpo anche la mia mente.
Ho corso contro tante cose in questi ventotto anni della mia vita, ho tirato fuori le unghie quando nessuno se lo aspettava da me. Mi sono rialzata sette anni fa, dopo la morte di mio padre, e ho ricominciato a correre da zero.

Ora che di tempo ne ho a volontà, vista la situazione da INOCCUPATA, ora che potrei correre ancora di più per riuscire a non dipendere dagli altri, sono stanca…
Stanca di questa continua corsa…
Un giorno(mi auguro il più vicino possibile)rimpiangerò questo tempo libero che ho per fare qualsiasi cosa, mi ritroverò anche io a dire

Vorrei tornare a quando ero più piccola, a quando avevo tempo…

Per ora, corro ancora contro il corso degli eventi, per prendermi quello che so che mi spetta di diritto…