Wake up!

Wake up!

Caffè bollente la mattina, non curerà il dolore certo neanche l’autostima..

Sono sveglia da un secolo, ho fatto le analisi che non facevo da tempo, portato il caffè a letto a mia madre e mia sorella, ed ora sono operativa per andare a “lavoro”..

Il caffè bollente rigorosamente con zucchero di canna al bar di fiducia è diventato routine..

Mentre aspettavo ho letto l’oroscopo, ormai giusto per..

Non è un periodo bellissimo per l’amore, ed oggi il mio buon Paolo dice che finalmente potrei iniziare a recuperare..

Le persone umorali come me non sono facili da gestire, e a lungo andare scocciano.. Non sai mai cosa fare, cosa dire, come comportarti..

Sarebbe bello se al momento della nascita ognuno di noi avesse un libretto di istruzioni, un qualcosa che ti dicesse che fare in ogni caso..

Invece qui si improvvisa.. Si va a sensazioni, tentativi, errori..

E il cervello è in continua fermentazione.

Sta andando quasi in ebollizione, ma non puoi parlarne con nessuno.

Già, perché ognuno di noi è diverso dall’altro, ognuno di noi reagirebbe in un modo e si comporterebbe come meglio crede.

Non esiste un giusto o sbagliato.

Non esiste una verità assoluta.

Esistono solo le persone, con il loro bagaglio di emozioni, sensazioni, problemi, e comportamenti.

E non esistono soluzioni già scritte, devi comportarti come ti senti, come credi che sia giusto..

…la rosa ha mostrato le spine…

Nel momento più difficile, devi solo decidere come reagire.. Sì perché non sono e non sarò mai una che molla, una che si arrende.

Voglio sbatterci la testa, farmi male, imparare e continuare questo percorso..

Si, perché dopo sei anni, non voglio buttare tutto alle ortiche.. Nonostante i problemi, i dubbi, le crisi esistenziali e co.

Fight for ur love, always and forever!

Ora forza, alzatevi, iniziate la vostra giornata, e non dimenticate mai il sorriso.

Xoxo ❤️

Avanti sempre…avanti tutta

(immagine dal web) Non mi va di tornare indietro…proprio non mi va di guardare al passato… Aveva un senso allora… bello, entusiasmante, doloroso, faticoso, quello che è stato è andato, e tutto quanto, proprio tutto quanto, ogni istante, ogni minuto, ogni emozione, è servito a rendere me quella che sono adesso… Mi piace il risultato […]

http://crazyaliceinwonderland.com/2016/04/14/avanti-sempre-avanti-tutta/

Che bella cosa commettere errori..

Dicono che quando commetti più volte lo stesso errore non è più uno sbaglio ma una scelta.

Dicono.

Io continuo a fare lo stesso, non per scelta, ma perché mi traggono in inganno. 

No, la mia non vuole essere una giustificazione, sono abbastanza in grado di prendermi le mie responsabilità e imparare dai miei errori. Eppure continuo imperterrita per qst strada.

Un giorno arriveranno le mie soddisfazioni, e non solo perché sono brava e metto passione in quello che faccio, ma anche e soprattutto perché ho avuto sempre il coraggio di rischiare, di rifiutare, cadere e ripartire da zero.. Di non abbattermi.. Di non pensare nemmeno per una volta di mollare tutto..

Sarò una sognatrice, una pazza, una folle.. Pensatela un po’ come vi pare, ma io CI CREDO!

Sempre e comunque ostinatamente contro.

Ps: se mio padre fosse qui, vi risparmio le cazziate e il lavoro che magicamente sarebbe sbucato fuori, sarebbe orgoglioso di me, di come sono, di quello che faccio.. Sarebbe orgoglioso di sua figlia, quella più fragile, ma anche tanto dura quando un diamante.

Sarebbe orgoglioso così come sono orgogliosa io di esser stata sua figlia anche se per troppo poco. 

(Continuerò ad esserlo sempre e comunque, e nonostante spesso mi accorga che alcuni particolari non li ricordo più come un tempo, sarò sempre la sua bambina un po’ più cresciuta, un po’ più consapevole, un po’ più folle e coraggiosa!)

Ovunque tu sia, mi manchi come l’aria che respiro. Ti amo anche se non te l ho mai detto sul serio. 

❤️

Nessuno si salva da solo..

buongiorno amici/amiche!

Oggi riprendo con la solita abitudine del “lamentarmi“..

Che poi non lo faccio apposta..

Non lo decido mica io..

Oggi mi lamento perché ci sono troppe cose che non vanno..

Ieri dopo mesi e mesi, ho rivisto gli “amici”.. Quelli che si professano tali almeno..

Vedete, non mi piace costringere le persone, non sono quel tipo di persona appunto; la mia più cara amica non la sento mica tutti i giorni, però almeno una volta ogni settimana un pensiero per lei c’è..

Vedete, ormai alla mia età, non ragiono più come una volta.. Quando ero convinta che ognuno facesse per se.. Che ognuno si potesse salvare da solo..

Oggi ragiono molto diversamente.. Oggi sono del parere che un amico, uno di quelli veri, è per sempre.

Ho visto domenica gli amici della mia mamma.. Non si vedono spesso e non si sentono neanche tanto spesso.. Ma la loro amicizia è rimasta intatta..

Sarà che la loro epoca era completamente diversa da questa.. Sarà che erano già avanti nel pensare che nessuno si sarebbe salvato da solo.. Non ve lo so dire, ma le risate che le mie orecchie ieri hanno udito, sono state una gioia, un piacere..

Al giorno d’oggi, invece, ognuno è a caxxi suoi..

Il mood/mantra del secolo è “fin quando va bene a me..” 

Ed io non ci sto!

Ti vedevo così..

A chi non è mai capitato di sentirsi dire da familiari, parenti e amici

Ti avrei vista così.. A fare quel lavoro invece di quest’altro

Quello era il lavoro per te

Ti immaginavo in quel posto, eri adatta a quello..

Ecco, queste sono solo alcune delle frasi che puntualmente mi sento ripetere soprattutto da mia madre..
E ogni volta mi sale il porco!
Capisco che me lo dica in buona fede, per il mio bene, perché è preoccupata quanto me della situazione in cui i giovani si trovano in Italia..
Però se alle sue fantastiche frasi non poi così tanto di incoraggiamento si aggiunge l’angoscia che già provo, il porco – appunto – nel vedere come vanno ancora le cose qui, immaginate un po’ voi il mio cervello cosa produce e il mio viso come lo esprime!
Dicono che sembro un rottwailer incazzato ogni giorno..
Ma come posso esserlo meno o non esserlo affatto se la questione è nera?! More than midnight?!

Nel frattempo studio.. Una cosa che non mi piace, non mi interessa, di cui non voglio importarmene, eppure lo faccio..
Oggi altro che black friday.. Oggi il mood è black all black, inside me black!

“…vott a passà a nuttat…”
Buon black friday ad ognuno di voi.. E siate un po’ più felici, anche per me!
😘

Meltingpot

Se c’è una cosa che amo di Napoli è il miscuglio di persone, lingue e culture differenti, colori e religioni differenti..
Ovunque ti giri, dai quartieri più degradati a quelli più ricchi, incontrerai sempre persone differenti.
Turisti, emigranti, uomini o donne che per necessità o piacere hanno scelto Napoli come base, come casa.

Anche stamattina sono stata spettatrice di tanta bellezza nella mia città.
Si perché per quanto uno si possa lamentare, per quanto a molti possa non piacere questo miscuglio, per quanto anche solo in base alla casistica generale, crimini, furti e violenze siano aumentati esponenzialmente con l’arrivo di immigrati, Napoli resta bellissima anche così.

Certo il buon senso delle persone é differente e relativo.
Gli immigrati ci sono, come in ogni città italiana e non solo.. Certo le violenze, furti e crimini c’erano anche prima del loro arrivo..
Però in quanti si soffermano a pensare che non dipende solo dal colore della pelle, dalla religione o dalla cultura differente?!
Mi spiego: se un immigrato viene in Italia per delinquere, per rubare, violentare le nostre donne e la dignità di ognuno di noi, è giusto condannare!
Ma non solo perché è immigrato.
Non si deve confondere la giustizia, la legalità con razzismo, odio razziale e compagnia cantando..

Lo fanno anche gli italiani. Lo fanno e lo facevano prima anche i napoletani.. Ma la mentalità retrograda e razzista dei molti, fa passaggio quando a delinquere è un italiano. Un napoletano.

E non va bene! Perché si giudica con facilità l’altro e non si comincia a guardare la propria realtà per prima cosa? Perché si condanna il “diverso” e si cercano attenuanti per i compaesani?!

La giustizia, la legalità non funziona così.
Bisogna dare l’esempio.. Sempre e comunque.

In questo bellissimo meltingpot che ho incrociato stamattina, la cosa curiosa, quella che ha destato la mia curiosità e attenzione è stata una coppia probabilmente del Nord Europa.
Camminavano mano nella mano, e parlavano nella loro lingua che non ho ben compreso..
Fin qui nulla di strano..
Muovendosi davanti a me, con passo più spedito, ho potuto notare il particolare.
L’uomo indossava un anello.
Non un anello qualunque. Un tirapugni effetto “borchiato”.

Sono rimasta sorpresa.
E avrei tanto voluto dirgli: Amico, è vero che Napoli è pericolosa, ma addirittura il tirapugni ti sei messo? Che pensavi di atterrare direttamente nel Bronx o nei quartieri di Scampia o nelle Vele di Secondogliano? Che poi nemmeno lì avrei giustificato un anello del genere.. che cavolo!

Napoli non è solo come la dipingono i media, i giornali & co.
Napoli è prima di tutto una città meravigliosa con una grande voglia di riscatto..
Riscatto che non si avrà finché la mentalità delle persone che la popolano non cambierà..

Ma questa è un’altra storia…

Hola‼️

Buongiorno amici!

No, non mi sono svegliata ora.. Sono a mare dopo una giornata che si preannunciava di cacca..

Stanotte e stamattina presto ha piovuto e anche tanto.. Pensavamo di non poter scendere a mare, invece il sole ha fatto capolino e una leggera brezza ha spazzato via le nuvole rimaste..
Risultato: il sole non è fortissimo, ma almeno c’è, e il cielo è limpido..

Mi sono distrutta i piedi ieri grazie ad un graziosissimo paio di infradito per “uscire” e da abbinare a qualsiasi outfit..
Risultato?! Bolla sul tallone che mi fa disperare e bolla sotto la pianta del piede tra l’alluce e il secondo dito..

Oggi ho le smanie.. Sono seduta al lido in attesa di salire per pranzo (si lo so, non siamo mai stati una famiglia normale noi..) e sulla sedia non trovo pace..

Dopo la “figuradiemme” di ieri di alcuni bambini, (quelli del vedi è maschio o femmina), mi sono bagnata i capelli a mare, e li ho lasciati asciugare all’insù.. Risultato?! Mi piace proprio tanto..

Il costume non si asciuga, ed io sono stanca..
Si può esser stanchi a non far niente?!
Oh si se si può…

Vorrei il caffè, ma non so se in realtà lo voglio davvero…
Insomma, oggi va così..
Domani chissà…

Vi abbraccio stritolandovi tutti.. Anche se sono ancora bagnata.. 😝

Here I am!

20140801-072345-26625820.jpg

Ecchime! – come direbbe qualcuno – colazione fugace, doccia altrettanto fugace, e dopo meno di tre ore di sonno, dovute ai miei amati vicini dalle ore piccole e la voce grossa; dovute ai pensieri, tristezza, noia, dubbi…
Sono quasi pronta per partire!
Quest’anno tocca a me la guida.. Serve dirvi che vorrei chiudere gli occhi ed essere già là?!
Serve dirvi che sono talmente tanto stanca che mi trascino i piedi dietro come un detenuto con la cavigliera metallica e la wrecking ball attaccata?!

No, non serve, lo so che mi capite..
Vado prima che signora mamma si metta nelle orecchie di prima mattina..

Enjoy ur Summer 2014!
❤️