Wake up!

Wake up!

Caffè bollente la mattina, non curerà il dolore certo neanche l’autostima..

Sono sveglia da un secolo, ho fatto le analisi che non facevo da tempo, portato il caffè a letto a mia madre e mia sorella, ed ora sono operativa per andare a “lavoro”..

Il caffè bollente rigorosamente con zucchero di canna al bar di fiducia è diventato routine..

Mentre aspettavo ho letto l’oroscopo, ormai giusto per..

Non è un periodo bellissimo per l’amore, ed oggi il mio buon Paolo dice che finalmente potrei iniziare a recuperare..

Le persone umorali come me non sono facili da gestire, e a lungo andare scocciano.. Non sai mai cosa fare, cosa dire, come comportarti..

Sarebbe bello se al momento della nascita ognuno di noi avesse un libretto di istruzioni, un qualcosa che ti dicesse che fare in ogni caso..

Invece qui si improvvisa.. Si va a sensazioni, tentativi, errori..

E il cervello è in continua fermentazione.

Sta andando quasi in ebollizione, ma non puoi parlarne con nessuno.

Già, perché ognuno di noi è diverso dall’altro, ognuno di noi reagirebbe in un modo e si comporterebbe come meglio crede.

Non esiste un giusto o sbagliato.

Non esiste una verità assoluta.

Esistono solo le persone, con il loro bagaglio di emozioni, sensazioni, problemi, e comportamenti.

E non esistono soluzioni già scritte, devi comportarti come ti senti, come credi che sia giusto..

…la rosa ha mostrato le spine…

Nel momento più difficile, devi solo decidere come reagire.. Sì perché non sono e non sarò mai una che molla, una che si arrende.

Voglio sbatterci la testa, farmi male, imparare e continuare questo percorso..

Si, perché dopo sei anni, non voglio buttare tutto alle ortiche.. Nonostante i problemi, i dubbi, le crisi esistenziali e co.

Fight for ur love, always and forever!

Ora forza, alzatevi, iniziate la vostra giornata, e non dimenticate mai il sorriso.

Xoxo ❤️

Tempesta

Tempesta

  
“Ogni tempesta ha una sua fine. Una volta che tutti gli alberi sono stati sradicati, le case sono state tutte distrutte, il vento si calmerà, le nuvole se ne andranno, la pioggia si fermerà, il cielo si schiarirà in un istante.. E solo allora, in quei momenti di quiete dopo la tempesta, capiamo chi è stato abbastanza forte da sopravvivere..”
— Meredith Grey —

Capate e decisioni, tutt’al più considerazioni.

Ho deciso che in questa vita (e nelle altre se mai dovessi rinascere) voglio una persona che mi ami incondizionatamente, che sia “pazzo” d’amore per me, che straveda per me, che mi porti sul palmo di una mano (magari solo metaforicamente, peso un po’ e non riesco a dimagrire, sigh!), che non abbia bisogno di cercare altrove qualcosa… Che faccia di me il suo centro…

Ho voglia e desidero d’essere amata come non mai!

Voglio essere tutto per un uomo: moglie, amica, amante, compagna di avventure, madre, confidente, spalla su cui piangere (perché non c’è nulla di male in un uomo che piange), appoggio nei momenti difficili, faro nella notte, sicurezza, stabilità..

Voglio che il mio unico vizio sia questo grande amore scritto da tanti, cantato da molti e conosciuto da pochi…

Voglio sognare… E realizzare ogni mio sogno!

I numeri di venerdì mattina..

Sono in stazione per l’ennesimo colloquio e poi di corsa dallo “sfruttatore” seriale (il mio boss)…

Stamattina so numeri. Ho sonno, una faccia impresentabile, un jeans e una camicia normalissimi, occhiali da sole a coprire le occhiaie e le borse causati dal poco riposo/sonno, eppure nell’ordine, un addetto Fs, sapete, uno di quelli che camminano su quei cartelli per il trasporto di persone o oggetti, mi ha salutato come se mi conoscesse da sempre; e il solito extra comunitario (per carità non sono razzista, se han voglia di lavorare e di vivere secondo le nostre regole) mi ha appena fatto i complimenti.. 

Quasi quasi appena finisco il colloquio mi faccio una ricerchina sulla smorfia per capire che numeri giocare… Magari è la volta buona che vinco un vitalizio a vita e smetto nella frenetica ricerca di un lavoro che sembra sfuggirmi sempre…

😛

Sempre sia lodato..

Eccoci di nuovo qui. Stesso posto, stessa storia, tragicamente lunedì!

Ormai i lunedì non voglio più alzarmi dal letto, li riconosco a pelle, a pensiero.. Persino il mio ultimo capello si rende conto che “quasi quasi vale la pena rimanersene a letto..

Invece sono giù, bella e pimpante (sto scherzando ja!) a fare colazione (su questo non scherzo!!!).

Ieri giornata di calcio.. Ebbene signori e signore, il Napoli ha vinto contro una spenta Fiorentina, vedendo segnare di nuovo nella nostra “arena” di Fuorigrotta Capitan Hamsik, Trilly Mertens e sempre sia lodato Ace Ventura Callejon.

Sarà un caso che Happy Days torna al gol proprio quando ritorna in campo Il Magnifico?! (Lorenzo Insigne)..

Non lo so, non sto qui a dilungarmi troppo o a pensarci troppo.. Una parte della mia preghiera a Presidente, Allenatore e Società è stata ascoltata.. 

Ora chiedo solo l’impresa in Germania, e poi di nuovo sotto con il campionato…

Non chiedo mica la luna…..
😜

Lettera aperta a…

Presidente carissimo, Signor Allenatore, titolari e panchinari, uomini&donne dello staff tutto, Buongiorno.

Non mi conoscete, per cui mi presento: sono lavespa, ormai quasi trentenne, di professione, beh di professione ancora non si è ben capito, dovrei campare di parole, mischiarle, giocarci, comporle.. Dovrei prestare parole agli altri quando si ritrovano sprovvisti, dovrei parlare per gli altri, rappresentarli, invece al momento sono parcheggiata a casa sperando e pregando ogni giorno che almeno una azienda risponda all’invito del curriculum.

Sono napoletana, nel senso che sono nata nel capoluogo campano, ma calcisticamente sono figlia della mole.

Juventina convinta, legata alla squadra della mia città però.

Bando alle ciance, vi sto scrivendo perché abbiamo un problema; un problema enorme.

Sono quasi cinque anni che sono fidanzata (sempre con la stessa persona 😛) e il caso ha voluto che la mia metà tifasse Napoli (tiè).

Purtroppo non è uno di quei tifosucci, quelli definiti occasionali, che un giorno ci sono e l’altro sono spariti.. Che salgono solo sul carro dei vincitori e corrono ad abbandonarlo quando ahimè si perde.

No, purtroppo per me, per lui il Napoli è come la fidanzata (in questo caso me!).

Lo ama dalla C alla A.. Dalla A alla Z.

Ora vi starete chiedendo, ma questa che vuole?!

Bene Signor Presidente, arrivo al punto: il mio e vostro problema è che al momento la pazziella si è scassata.

Il carro al momento non è dei vincitori..

È questo è un problema grande, grandissimo.

Signor Presidente, Mister Benitez, come possiamo fare per dar sollievo al mio povero fidanzato?! Come possiamo fare per non farmi intossicare ogni santissimo giorno in cui gioca il Napoli?!

Abbiamo prenotato un viaggetto a Londra, il prossimo 23 aprile.. Eh si Presidè, proprio quando si gioca Wolfsburg-Napoli, anzi no scusate, si gioca il ritorno Napoli-Wolfsburg.. Abbiamo anche già prenotato il posto lì dove vedercela..

(vedete un poco voi l’amore cosa fa fare…)

Presidè, Mister, Guagliù, per favore, ve lo chiedo come un favore personale, come una sorella chiede un favore ad un fratello, una figlia ad una mamma e via dicendo.. Potete vincere da oggi fino alla fine del campionato ogni singola partita che avete da giocare? Anche se si tratta di amichevole contro la Prozozzese..

Ne va della mia e sua salute psicofisica.. Del nostro umore, delle nostre uscite.. Ne va di tutto!

Ho bisogno che mi aiutate tutti insieme, che vi concentriate, la squadra ce l’avete, le possibilità pure, manca la cerevella.

Mister, mi rivolgo a voi, non potete lasciare fuori uno come Manolo Gabbiadini, uno che ha dimostrato di avere le palle e la capacità di far gol;

mi potete anche spiegare perché avete preso una fissa con J. De Guzmán?

(jhonny non ho niente contro di te, ma certe volte ti giuro mi fai risalire il sangue al cervello.. Perdonami!)

José Maria Callejon, perdonami! Forse il tuo scarso rendimento e il tuo mancare praticamente un gol già fatto è per colpa mia.. Ti avevo contro al fantacalcio! 😕

Perdoname! E da oggi por favor torna a buttare giù le porte.

Gonzalo Higuain, a te ti voglio bene, ti voglio bene assai, però devi fare goooool!!! Di testa, di piede, di mano, di culo.. Devi buttare a terra la rete, sfondarla! Ci siamo intesi?

Il problema principale del Napoli Signor Presidente, (Mister correggetemi se sbaglio) è il cento campo.

Avete tutte femminelle (nel senso buono eh sia chiaro).

Inler, Jorginho, Lopez, ma vi rendete conto che appena prendete palla vi cagate sotto di costruire un qualcosa?

Ma vi siete dimenticati come si gioca a pallone?!

Perché vi cagate così sotto?!

Pure in difesa.. Ma che state combinando?! Se non ci fosse Raul Albiol (lo propongo come Santo Subito!)

Scetatevi Guagliù!!

L’importante non è partecipare ma vincere!!

Ed io ve lo sto chiedendo praticamente in ginocchio. Ormai seguo più voi che i bianconeri.. Ormai mi faccio il fegato amaro pur io..

Per favore, vi prego, non mi intossicate in questo mese scarso che è rimasto di campionato, ed Europa League.

Vi prego, sono disposta a lavarvi persino le magliette di gara tutte sudate pur di vedere il mio fidanzato felice..

(poi Presidè, se si potesse fare qualcosa anche  per un lavoro per me.. Ve ne sarei grata assai!)

Con affetto e stima.

(Non avrei mai pensato di dirlo, ma….)

FORZA NAPOLI, forza Guagliù!!

Ira funesta..

Buongiorno anime belle!

Non so come sia il tempo dalle vostre parti (a quanto mi pare di aver capito siete tutti “polentoni”?!), ma qui nella bella città del SOLE, sembra si sia abbattuta l’ira funesta di un qualche Dio/Essere Superiore..

Raffiche di vento e pioggia come diciamo qua – alla smerza – (al rovescio per i non napoletani).

E il bello è che andrà avanti fino a dopodomani!

Vi rendete conto che ormai non esistono più le stagioni?!

Ieri sono finalmente potuta uscire con una felpa e il jeans baggy senza dovermi incappucciare come se vivessi in Groenlandia!

Oggi invece, sveglia all’alba, dopo una nottata di cacca per via dei morsi della fame (eh si, la vespa è di nuovo a dieta, seriamente però questa volta!), ho sognato ogni ben di Dio, colazione degna di esser chiamata tale (non posso fare solo tante colazioni in questa dieta invece di pranzi- cene – spuntini?!), e poi di corsa a portare l’auto in assistenza!

(Eh questa poi ve la racconto un’altra volta. Sembra che la legge di Murphy si accanisca con me ogni qual volta decidiamo di comprare qualsiasi cosa)

Il tutto tra pioggia e vento micidiale..

La domanda ora é questa: “Arriverò sana e salva alla fine della giornata?”

Più tardi lo sapremo..

Nel frattempo buon tutto.. ❤️