Wake up!

Wake up!

Caffè bollente la mattina, non curerà il dolore certo neanche l’autostima..

Sono sveglia da un secolo, ho fatto le analisi che non facevo da tempo, portato il caffè a letto a mia madre e mia sorella, ed ora sono operativa per andare a “lavoro”..

Il caffè bollente rigorosamente con zucchero di canna al bar di fiducia è diventato routine..

Mentre aspettavo ho letto l’oroscopo, ormai giusto per..

Non è un periodo bellissimo per l’amore, ed oggi il mio buon Paolo dice che finalmente potrei iniziare a recuperare..

Le persone umorali come me non sono facili da gestire, e a lungo andare scocciano.. Non sai mai cosa fare, cosa dire, come comportarti..

Sarebbe bello se al momento della nascita ognuno di noi avesse un libretto di istruzioni, un qualcosa che ti dicesse che fare in ogni caso..

Invece qui si improvvisa.. Si va a sensazioni, tentativi, errori..

E il cervello è in continua fermentazione.

Sta andando quasi in ebollizione, ma non puoi parlarne con nessuno.

Già, perché ognuno di noi è diverso dall’altro, ognuno di noi reagirebbe in un modo e si comporterebbe come meglio crede.

Non esiste un giusto o sbagliato.

Non esiste una verità assoluta.

Esistono solo le persone, con il loro bagaglio di emozioni, sensazioni, problemi, e comportamenti.

E non esistono soluzioni già scritte, devi comportarti come ti senti, come credi che sia giusto..

…la rosa ha mostrato le spine…

Nel momento più difficile, devi solo decidere come reagire.. Sì perché non sono e non sarò mai una che molla, una che si arrende.

Voglio sbatterci la testa, farmi male, imparare e continuare questo percorso..

Si, perché dopo sei anni, non voglio buttare tutto alle ortiche.. Nonostante i problemi, i dubbi, le crisi esistenziali e co.

Fight for ur love, always and forever!

Ora forza, alzatevi, iniziate la vostra giornata, e non dimenticate mai il sorriso.

Xoxo ❤️

Tempesta

Tempesta

  
“Ogni tempesta ha una sua fine. Una volta che tutti gli alberi sono stati sradicati, le case sono state tutte distrutte, il vento si calmerà, le nuvole se ne andranno, la pioggia si fermerà, il cielo si schiarirà in un istante.. E solo allora, in quei momenti di quiete dopo la tempesta, capiamo chi è stato abbastanza forte da sopravvivere..”
— Meredith Grey —

Capate e decisioni, tutt’al più considerazioni.

Ho deciso che in questa vita (e nelle altre se mai dovessi rinascere) voglio una persona che mi ami incondizionatamente, che sia “pazzo” d’amore per me, che straveda per me, che mi porti sul palmo di una mano (magari solo metaforicamente, peso un po’ e non riesco a dimagrire, sigh!), che non abbia bisogno di cercare altrove qualcosa… Che faccia di me il suo centro…

Ho voglia e desidero d’essere amata come non mai!

Voglio essere tutto per un uomo: moglie, amica, amante, compagna di avventure, madre, confidente, spalla su cui piangere (perché non c’è nulla di male in un uomo che piange), appoggio nei momenti difficili, faro nella notte, sicurezza, stabilità..

Voglio che il mio unico vizio sia questo grande amore scritto da tanti, cantato da molti e conosciuto da pochi…

Voglio sognare… E realizzare ogni mio sogno!

I numeri di venerdì mattina..

Sono in stazione per l’ennesimo colloquio e poi di corsa dallo “sfruttatore” seriale (il mio boss)…

Stamattina so numeri. Ho sonno, una faccia impresentabile, un jeans e una camicia normalissimi, occhiali da sole a coprire le occhiaie e le borse causati dal poco riposo/sonno, eppure nell’ordine, un addetto Fs, sapete, uno di quelli che camminano su quei cartelli per il trasporto di persone o oggetti, mi ha salutato come se mi conoscesse da sempre; e il solito extra comunitario (per carità non sono razzista, se han voglia di lavorare e di vivere secondo le nostre regole) mi ha appena fatto i complimenti.. 

Quasi quasi appena finisco il colloquio mi faccio una ricerchina sulla smorfia per capire che numeri giocare… Magari è la volta buona che vinco un vitalizio a vita e smetto nella frenetica ricerca di un lavoro che sembra sfuggirmi sempre…

😛