Considerazioni

Oggi sono abbastanza girata di coglioni.

Se a questo sommiamo il fatto che “pur e pullc tenen a toss” il dado è tratto o comunque facile da trarre.

Oggi sono ancora più stanca dei falsi, delle frasi dette senza pensarci su una sola volta.. Degli amici a convenienza o di quelli che prima ce l’avevano letteralmente in testa e ora vogliono fare i tipi tirando fuori la testa dal sacco.

Oggi con me ogni pretesto è buono per litigare.

E questo vale anche per Lui.

Oggi è uno di quei giorni che ce l’ho sulle palle, lui, i suoi “problemi”, le sue pippe mentali, le sue frasi a cazzo..

Oggi sono acida più di ieri e più dello yogurt scaduto da sei mesi..

Oggi più che vespa sono vipera.

Oggi è la volta buona che una volta per tutte dico quello che penso agli altri fregandomene delle buone maniere, dell’educazione e compagnia cantando.. 

Oggi un po’ tutti mi stanno sulle palle.

Oggi sono anche più volgare del solito..

Oggi – come mi è stato appena detto – non voglio stressare nessuno, ma non voglio nemmeno esser stressata..

Oggi non mi sta più bene che la gente denigri o sottovalutati quello che faccio/ non faccio…

Oggi ci sono solo io e me stessa.

Oggi possono andarsene un po’ tutti a fanculo..
Domani chissà… 

 

Gira la ruota..

La vita è un giro di ruota..

Non può andare sempre male, e non puoi sapere cosa accadrà..

È anche un po’ come la scatola di cioccolatini.. Non puoi mai sapere quale ti capiterà..

La vita è un terno al lotto.. 

Oggi ci sei, domani non si sa.. 

Oggi va male, domani sarai più fortunato..

Oggi va così..

Oggi sono di buon umore, oggi sono positiva, oggi voglio vivermela così… 

✌🏻️ peace&love to everyone 

I numeri di venerdì mattina..

Sono in stazione per l’ennesimo colloquio e poi di corsa dallo “sfruttatore” seriale (il mio boss)…

Stamattina so numeri. Ho sonno, una faccia impresentabile, un jeans e una camicia normalissimi, occhiali da sole a coprire le occhiaie e le borse causati dal poco riposo/sonno, eppure nell’ordine, un addetto Fs, sapete, uno di quelli che camminano su quei cartelli per il trasporto di persone o oggetti, mi ha salutato come se mi conoscesse da sempre; e il solito extra comunitario (per carità non sono razzista, se han voglia di lavorare e di vivere secondo le nostre regole) mi ha appena fatto i complimenti.. 

Quasi quasi appena finisco il colloquio mi faccio una ricerchina sulla smorfia per capire che numeri giocare… Magari è la volta buona che vinco un vitalizio a vita e smetto nella frenetica ricerca di un lavoro che sembra sfuggirmi sempre…

😛

Che bella cosa commettere errori..

Dicono che quando commetti più volte lo stesso errore non è più uno sbaglio ma una scelta.

Dicono.

Io continuo a fare lo stesso, non per scelta, ma perché mi traggono in inganno. 

No, la mia non vuole essere una giustificazione, sono abbastanza in grado di prendermi le mie responsabilità e imparare dai miei errori. Eppure continuo imperterrita per qst strada.

Un giorno arriveranno le mie soddisfazioni, e non solo perché sono brava e metto passione in quello che faccio, ma anche e soprattutto perché ho avuto sempre il coraggio di rischiare, di rifiutare, cadere e ripartire da zero.. Di non abbattermi.. Di non pensare nemmeno per una volta di mollare tutto..

Sarò una sognatrice, una pazza, una folle.. Pensatela un po’ come vi pare, ma io CI CREDO!

Sempre e comunque ostinatamente contro.

Ps: se mio padre fosse qui, vi risparmio le cazziate e il lavoro che magicamente sarebbe sbucato fuori, sarebbe orgoglioso di me, di come sono, di quello che faccio.. Sarebbe orgoglioso di sua figlia, quella più fragile, ma anche tanto dura quando un diamante.

Sarebbe orgoglioso così come sono orgogliosa io di esser stata sua figlia anche se per troppo poco. 

(Continuerò ad esserlo sempre e comunque, e nonostante spesso mi accorga che alcuni particolari non li ricordo più come un tempo, sarò sempre la sua bambina un po’ più cresciuta, un po’ più consapevole, un po’ più folle e coraggiosa!)

Ovunque tu sia, mi manchi come l’aria che respiro. Ti amo anche se non te l ho mai detto sul serio. 

❤️

Sempre sia lodato..

Eccoci di nuovo qui. Stesso posto, stessa storia, tragicamente lunedì!

Ormai i lunedì non voglio più alzarmi dal letto, li riconosco a pelle, a pensiero.. Persino il mio ultimo capello si rende conto che “quasi quasi vale la pena rimanersene a letto..

Invece sono giù, bella e pimpante (sto scherzando ja!) a fare colazione (su questo non scherzo!!!).

Ieri giornata di calcio.. Ebbene signori e signore, il Napoli ha vinto contro una spenta Fiorentina, vedendo segnare di nuovo nella nostra “arena” di Fuorigrotta Capitan Hamsik, Trilly Mertens e sempre sia lodato Ace Ventura Callejon.

Sarà un caso che Happy Days torna al gol proprio quando ritorna in campo Il Magnifico?! (Lorenzo Insigne)..

Non lo so, non sto qui a dilungarmi troppo o a pensarci troppo.. Una parte della mia preghiera a Presidente, Allenatore e Società è stata ascoltata.. 

Ora chiedo solo l’impresa in Germania, e poi di nuovo sotto con il campionato…

Non chiedo mica la luna…..
😜

Lettera aperta a…

Presidente carissimo, Signor Allenatore, titolari e panchinari, uomini&donne dello staff tutto, Buongiorno.

Non mi conoscete, per cui mi presento: sono lavespa, ormai quasi trentenne, di professione, beh di professione ancora non si è ben capito, dovrei campare di parole, mischiarle, giocarci, comporle.. Dovrei prestare parole agli altri quando si ritrovano sprovvisti, dovrei parlare per gli altri, rappresentarli, invece al momento sono parcheggiata a casa sperando e pregando ogni giorno che almeno una azienda risponda all’invito del curriculum.

Sono napoletana, nel senso che sono nata nel capoluogo campano, ma calcisticamente sono figlia della mole.

Juventina convinta, legata alla squadra della mia città però.

Bando alle ciance, vi sto scrivendo perché abbiamo un problema; un problema enorme.

Sono quasi cinque anni che sono fidanzata (sempre con la stessa persona 😛) e il caso ha voluto che la mia metà tifasse Napoli (tiè).

Purtroppo non è uno di quei tifosucci, quelli definiti occasionali, che un giorno ci sono e l’altro sono spariti.. Che salgono solo sul carro dei vincitori e corrono ad abbandonarlo quando ahimè si perde.

No, purtroppo per me, per lui il Napoli è come la fidanzata (in questo caso me!).

Lo ama dalla C alla A.. Dalla A alla Z.

Ora vi starete chiedendo, ma questa che vuole?!

Bene Signor Presidente, arrivo al punto: il mio e vostro problema è che al momento la pazziella si è scassata.

Il carro al momento non è dei vincitori..

È questo è un problema grande, grandissimo.

Signor Presidente, Mister Benitez, come possiamo fare per dar sollievo al mio povero fidanzato?! Come possiamo fare per non farmi intossicare ogni santissimo giorno in cui gioca il Napoli?!

Abbiamo prenotato un viaggetto a Londra, il prossimo 23 aprile.. Eh si Presidè, proprio quando si gioca Wolfsburg-Napoli, anzi no scusate, si gioca il ritorno Napoli-Wolfsburg.. Abbiamo anche già prenotato il posto lì dove vedercela..

(vedete un poco voi l’amore cosa fa fare…)

Presidè, Mister, Guagliù, per favore, ve lo chiedo come un favore personale, come una sorella chiede un favore ad un fratello, una figlia ad una mamma e via dicendo.. Potete vincere da oggi fino alla fine del campionato ogni singola partita che avete da giocare? Anche se si tratta di amichevole contro la Prozozzese..

Ne va della mia e sua salute psicofisica.. Del nostro umore, delle nostre uscite.. Ne va di tutto!

Ho bisogno che mi aiutate tutti insieme, che vi concentriate, la squadra ce l’avete, le possibilità pure, manca la cerevella.

Mister, mi rivolgo a voi, non potete lasciare fuori uno come Manolo Gabbiadini, uno che ha dimostrato di avere le palle e la capacità di far gol;

mi potete anche spiegare perché avete preso una fissa con J. De Guzmán?

(jhonny non ho niente contro di te, ma certe volte ti giuro mi fai risalire il sangue al cervello.. Perdonami!)

José Maria Callejon, perdonami! Forse il tuo scarso rendimento e il tuo mancare praticamente un gol già fatto è per colpa mia.. Ti avevo contro al fantacalcio! 😕

Perdoname! E da oggi por favor torna a buttare giù le porte.

Gonzalo Higuain, a te ti voglio bene, ti voglio bene assai, però devi fare goooool!!! Di testa, di piede, di mano, di culo.. Devi buttare a terra la rete, sfondarla! Ci siamo intesi?

Il problema principale del Napoli Signor Presidente, (Mister correggetemi se sbaglio) è il cento campo.

Avete tutte femminelle (nel senso buono eh sia chiaro).

Inler, Jorginho, Lopez, ma vi rendete conto che appena prendete palla vi cagate sotto di costruire un qualcosa?

Ma vi siete dimenticati come si gioca a pallone?!

Perché vi cagate così sotto?!

Pure in difesa.. Ma che state combinando?! Se non ci fosse Raul Albiol (lo propongo come Santo Subito!)

Scetatevi Guagliù!!

L’importante non è partecipare ma vincere!!

Ed io ve lo sto chiedendo praticamente in ginocchio. Ormai seguo più voi che i bianconeri.. Ormai mi faccio il fegato amaro pur io..

Per favore, vi prego, non mi intossicate in questo mese scarso che è rimasto di campionato, ed Europa League.

Vi prego, sono disposta a lavarvi persino le magliette di gara tutte sudate pur di vedere il mio fidanzato felice..

(poi Presidè, se si potesse fare qualcosa anche  per un lavoro per me.. Ve ne sarei grata assai!)

Con affetto e stima.

(Non avrei mai pensato di dirlo, ma….)

FORZA NAPOLI, forza Guagliù!!

Ira funesta..

Buongiorno anime belle!

Non so come sia il tempo dalle vostre parti (a quanto mi pare di aver capito siete tutti “polentoni”?!), ma qui nella bella città del SOLE, sembra si sia abbattuta l’ira funesta di un qualche Dio/Essere Superiore..

Raffiche di vento e pioggia come diciamo qua – alla smerza – (al rovescio per i non napoletani).

E il bello è che andrà avanti fino a dopodomani!

Vi rendete conto che ormai non esistono più le stagioni?!

Ieri sono finalmente potuta uscire con una felpa e il jeans baggy senza dovermi incappucciare come se vivessi in Groenlandia!

Oggi invece, sveglia all’alba, dopo una nottata di cacca per via dei morsi della fame (eh si, la vespa è di nuovo a dieta, seriamente però questa volta!), ho sognato ogni ben di Dio, colazione degna di esser chiamata tale (non posso fare solo tante colazioni in questa dieta invece di pranzi- cene – spuntini?!), e poi di corsa a portare l’auto in assistenza!

(Eh questa poi ve la racconto un’altra volta. Sembra che la legge di Murphy si accanisca con me ogni qual volta decidiamo di comprare qualsiasi cosa)

Il tutto tra pioggia e vento micidiale..

La domanda ora é questa: “Arriverò sana e salva alla fine della giornata?”

Più tardi lo sapremo..

Nel frattempo buon tutto.. ❤️

Considerazioni di una inoccupata malata di shopping..

Ieri dopo aver risolto i problemi con l’apple store, ho scaricato l’app di Zara, ed è stato amore a prima vista con la maggior parte della collezione del brand “low-cost “.





Zara ha fatto una collezione primavera estate a dir poco fantastica.. Un po’ meno lo sono i prezzi.

Da brand low-cost si sta trasformando in un brand normale.. Certo i costi sono comunque contenuti rispetto gli “originali” abiti & co. a cui il gruppo spagnolo si ispira.. Ma per un’inoccupata come me, hanno prezzi eccessivi…

Ahimè!

Lo scorso anno nei saldi autunno-inverno ho fatto affari che con il prezzo pieno non avrei mai potuto comprare.. Però che noia!!!!

Vorrei un lavoro anche per questo.. Per potermi permettere tutti gli sfizi che è giusto avere a quest’età..

Uffa!!! 

Da oggi inizio la fase #assumetemiperfavore

😝

Nessuno si salva da solo..

buongiorno amici/amiche!

Oggi riprendo con la solita abitudine del “lamentarmi“..

Che poi non lo faccio apposta..

Non lo decido mica io..

Oggi mi lamento perché ci sono troppe cose che non vanno..

Ieri dopo mesi e mesi, ho rivisto gli “amici”.. Quelli che si professano tali almeno..

Vedete, non mi piace costringere le persone, non sono quel tipo di persona appunto; la mia più cara amica non la sento mica tutti i giorni, però almeno una volta ogni settimana un pensiero per lei c’è..

Vedete, ormai alla mia età, non ragiono più come una volta.. Quando ero convinta che ognuno facesse per se.. Che ognuno si potesse salvare da solo..

Oggi ragiono molto diversamente.. Oggi sono del parere che un amico, uno di quelli veri, è per sempre.

Ho visto domenica gli amici della mia mamma.. Non si vedono spesso e non si sentono neanche tanto spesso.. Ma la loro amicizia è rimasta intatta..

Sarà che la loro epoca era completamente diversa da questa.. Sarà che erano già avanti nel pensare che nessuno si sarebbe salvato da solo.. Non ve lo so dire, ma le risate che le mie orecchie ieri hanno udito, sono state una gioia, un piacere..

Al giorno d’oggi, invece, ognuno è a caxxi suoi..

Il mood/mantra del secolo è “fin quando va bene a me..” 

Ed io non ci sto!