Tunisi, attentato al museo, decine di morti e feriti, anche italiani

C A N D I D O

tunisi

Ennesimo attentato, questa volta a Tunisi, l’unica ‘isola felice’ nel mondo arabo, dove sembra aver attecchito la Primavera della democrazia. Decine di morti e feriti, alcuni italiani.

Noi ci ritroviamo a scrivere gli stessi commenti sdegnati, come qualche settimana fa per Parigi. E poi ci sarà chi speculerà sulla tragedia dando la colpa agli immigrati, chiedendo la chiusura delle frontiere etc. In verità l’unico modo per provare a combattere seriamente il terrorismo islamico è tagliarne i finanziamenti e migliorare le condizioni di vita dei popoli dove il terrorismo stesso si sviluppa. Ma no, i governi preferiscono vendere fumo parlando di sicurezza, di difesa del territorio e magari pensando a qualche bombardamento tattico.

Tagli ai finaziamenti e sostegno alle popolazioni disagiate. E poi, nel caso specifico dello Stato Islamico, deve essere predisposta una missione internazionale ‘via terra’, per sradicare dal territorio i singoli terroristi, annientandoli. Solo così si puo pensare…

View original post 23 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...