Fino a qui..

Fino a qui, tutto bene!
Le passioni mi accompagnano anche in orari insoliti come questi.. Tisana e gufi, un connubio eccezionale.
Sono stata in una steackhouse a Napoli buonissima..
Come si direbbe dalle mie parti,

M’aggia arricreat..

☺️
Carne arrosto e buon vino con le persone della mia vita..
Si discuteva, si divagava.. Abbiamo riso fino alle lacrime..
Tornando a casa ci siamo messi a parlare dei nonni, il valore aggiunto alla vita di ogni essere umano.
Chi non li ha mai conosciuti non capirà forse mai fino in fondo il valore che possono avere per le giovani menti, per gli uomini e le donne del futuro..
Mi sono ricordata (non che l’avessi mai dimenticato, sia chiaro) di quando le domeniche il nonnino mio più caro (so che non si devono fare preferenze, ma inconsciamente o consapevolmente ognuno di noi le ha), mi preparava la tavola per il pranzo..
All’inizio, vivevano in una casa diversa da quella di ora, molto più piccola, e in un certo senso “ospiti” di una parente..
In cucina non c’era spazio per tutti.
La mia famiglia composta da 5 persone e loro, i miei nonnini e la zia…
In otto non ci si stava.. Allora anche se man mano sono cresciuta, e mi dispiaceva non stare a tavola con loro, il nonno mi preparava una tavola “di battaglia”: nella stanza che io avevo rinominato stanza dei giochi, mi sistemava una sedia grande di fronte al divano letto, me la apparecchiava con le tovagliette americane, bicchieri, fazzoletti, posate e acqua, e dal capo opposto posizionava una sedia piccola, quella per bambini per intenderci..
Di fronte avevo la televisione.
Ricordo gli interminabili pranzi domenicali passati così.. Lontano dai grandi, ma felicissima della sistemazione e dell’amore e cura che ci metteva il nonno a sistemarmi tutto.
La tv e i cartoni condivano quelle lunghe domeniche spensierate..
Dio, se ci penso mi viene un magone..
Delle volte penso che sarebbe stato bello poter fermare il tempo e il corso delle cose a quel periodo..
Ma soprattutto, a distanza di due anni, penso che mi sarebbe piaciuto godere ancora del piacere delle chiacchiere con il nonno, mangiare le patatine che mi faceva apposta ogni domenica al forno..
Avendo perso mio papà prima di lui, a volte fantasticavo su come sarebbe stato vedere il mio nonnino centenario emozionato all’idea di accompagnarmi all’altare..
😌😌😌

Che belli sogni.. E che belli i ricordi, anche quando fanno male!
😙
Buonanotte e buongiorno a chi di voi leggerà un post del genere partorito da una mente del genere in un orario del genere..
Abbraccio stritolante a tutti
❤️❤️❤️

Annunci

Un pensiero su “Fino a qui..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...